ENERGIA: FDI, FORTE ANTITESI TRA QUANTO DICHIARATO DA CINGOLANI E OSTRACISMO MIBACT

ENERGIA: FDI, FORTE ANTITESI TRA QUANTO DICHIARATO DA CINGOLANI E OSTRACISMO MIBACT

“Fratelli d’Italia è insoddisfatta della risposta del ministro Cingolani sulle iniziative che il governo intende assumere per aumentare la produzione di energia nazionale attraverso le fonti rinnovabili e far sì che il nostro Paese diventi indipendente dagli approvvigionamenti esteri. Continuiamo a pretendere che il governo agisca fattivamente con interventi decisi per mettere in sicurezza le nostre PMI. Denunciamo una forte antitesi tra quello che il Ministro della transizione ecologica dichiara e l’ostracismo del Mibact, che tiene sotto scacco il tessuto produttivo italiano e la nostra indipendenza energetica. Serve investire in nuove produzioni energetiche, per non ritrovarci di fronte a ulteriori emergenze ed evitare che l’Italia sia una Nazione fondata sul debito pubblico e senza visione strategica, risolutiva e di sistema. L’auspicio è che, insieme al Cite, questo governo sia in grado di recuperare il tempo perso in questi anni così da compensare le carenze energetiche nazionali”.
Così in Aula i deputati di Fratelli d’Italia Rachele Silvestri e Massimiliano De Toma durante il Question Time alla presenza del ministro Cingolani.

Condividi